Prolog S.r.l. - Software, Ricerca e Progetti

Guarda la presentazione animata di Maxload Pro
 
Image
Maxload Pro è un software per l'ottimizzazione dei piani di carico e delle spedizioni che consente di ridurre i costi delle spedizioni e della movimentazione dei materiali. Maxload Pro ottimizza i piani di carico di camion e containers o dei pallet misti. Per ottimizzazione mono referenza e schede di pallettizzazione,è più indicato il software Tops Pro. L’ottimizzazione eseguita dal software può essere modificata manualmente e comunicata ai clienti o agli addetti alle spedizioni con chiare immagini del carico. 

Benefici di Maxload Pro:

  • Riduzione dei costi di trasporto

  • Riduzione dei costi della logistica

  • Riduzione dei danni agli oggetti trasportati e rintracciabilità dei piani di carico

  • Miglioramento della comunicazioni legate alle spedizioni

  • Riduzione dei tempi di carico di camion, container e pallet

  • Aumento della saturazione delle spedizioni

 
 

Maxload Pro consentito di risparmiare miliardi a migliaia di aziende grazie all'incremento dell'efficienza nei trasporti in ogni settore dell’industria: elettrodomestici, arredamenti, forniture industriali, impianti industriali, generi alimentari, beni di consumo, forniture al dettaglio. Maxload Pro consente di:

Automatizzare le operazioni di pianificazione dei carichi nei reparti spedizioni e genera piani di carico per spedizioni composte da veicoli o containers.

  • Confermare gli ordini dei clienti dopo aver verificato la saturazione del carico del camion o container

  • Ridurre gli sprechi di spazio e ridurre i costi delle spedizioni.

  • Ridurre i danni ai prodotti a seguito di carichi non conformi agli standard.

  • Costruire pallet misti a seguito dell’inserimento delle liste di prelievo per le operazioni di picking.

Negli anni la Tops Engineering ha sempre cercato di semplificare il suo software in modo tale da consentire l'utilizzo anche a persone non esperte. Punto di forza di Maxload Pro è la semplicità di utilizzo.

L'impostazione del software consiste nel caricamento dei dati necessari per la definizione delle anagrafiche articoli, colli, veicoli e pallet. E' importante ricordare che un computer non ragiona allo stesso modo di un uomo e che ogni misura inserita deve essere accurata. Ad esempio, anche 1 millimetro in più o in meno può determinare la possibilità o l'impossibilità di caricare un componente su di un veicolo. 


ImageAnagrafica Articoli. Ciascun collo viene definito come un oggetto che deve essere caricato su di un veicolo, su un pallet o inserito in una scatola. Maxload Pro consente la definizione di 3 tipi di colli: cartone, unità di carico composita, fusto/cilindro, forme ad "L". Per ogni collo occorre inserire: dimensioni, orientamenti possibili e preferiti, pesi, etichette, descrizione, dettagli grafici, colore, opzioni di carico. Alcune regole di carico sono le seguenti: possibilità di inserimento in pallet misto, posizione di carico (a terra, non a terra, ovunque), altezza, lunghezza e profondità massima di un blocco di unità uniformi, orientamento, massimo peso sopportabile dal collo, orientamento del collo nel carico. Durante la costruzione di un pattern di colli, il software considera il vincolo del peso massimo sopportabile dal collo (che vale anche per colli non disomogenei) e successivamente il numero massimo di colli tra loro impilabili (vincolo che Maxload Pro applica solo tra colli omogenei). Ulteriori criteri di carico sono definiti nella matrice di impilamento. 


ImageMatrice di impilamento. Questa matrice definisce la legittimità o la impossibilità di tutte le sovrapposizioni possibili tra colli omogenei e disomogenei, attraverso l’utilizzo delle classi di caricamento. Ogni collo presente in anagrafica appartiene ad una classe di caricamento a seconda delle sue caratteristiche strutturali, di peso e di robustezza. Ad esempio se un’azienda spedisce abitualmente 5 tipi di lampade, tutte identiche tra loro tranne il colore, esse appartengono alla stessa classe di carico. Esempi di classi di caricamento possono essere: delicato, pesante, vetro, legaccio, leggero, ecc... La matrice di impilamento riporta queste classi nelle sue righe e nelle sue colonne in modo tale da consentire all’utente di definire se un oggetto leggero può essere sovrapposto ad uno pesante, e non viceversa, ecc. La matrice di impilamento definisce in sostanza quali colli possono essere caricati sopra quali altri, in termini di classi di caricamento.


ImageUnità di carico standard per ogni collo. Maxload Pro consente la definizione delle modalità di pallettizzazione per ogni collo che compare in un pallet omogeneo. E'possibile scegliere tra 12 diversi schemi di pallettizzazione ed impostare un certo numero di parametri (debordo, rientro, orientamento del carico, classi di caricamento, pesi massimi sopportabili, ecc...). Infatti se si indica di caricare su di un veicolo 200 colli di un certo tipo per cui é stato definito lo schema di pallettizzazione, Maxload Pro carica direttamente i colli già pallettizzati con il loro schema di pallettizzazione, nel numero desiderato. Gli schemi di pallettizzazione utilizzabili sono: da 1 a 5 blocchi, Diagonale, Solido, Multi strato, Multi superficie, Multi dimensione. Nonostante Maxload Pro consenta la definizione di Unità di carico composte dai singoli colli, il software consente anche la definizione di Unità di carico 'intere', cioè nelle quali é impossibile distinguere i colli che le compongono. Questa modalità di rappresentazione deriva dall'esigenza di alcune aziende di non considerare l'interno del pallet per alcuni beni che vengono acquistati, stoccati e gestiti come pallet interi e non come colli singoli. 


ImageAnagrafica Pallet. La definizione del pallet o delle interfalde é consentita da una apposita funzionalità di Maxload. É possibile definire per ogni pallet: nome, lunghezza, larghezza, altezza, peso, parametri costruttivi (singola o doppia faccia), modalità di allineamento, dimensione e numero delle tavole che compongono il pallet. Questa accurata definizione consente la visualizzazione reale del pallet.


ImageImageAnagrafica veicoli. La definizione dei veicoli viene fatta in modo analogo a quella dei pallet. Un veicolo in generale é caratterizzato da: descrizione, tipo, lunghezza, larghezza, altezza, peso massimo di carico, tara, dimensioni e caratteristiche degli sbalzi anteriore e posteriore, numero e posizione degli assi, posizione del perno di traino. Sono disponibili containers, camion, autotreni (motrice e rimorchio), vagoni e carri ferroviari, volumi a compartimenti, ULD per spedizioni aeree, ecc…


ImageCarico di un veicolo. Maxload Pro propone una schermata suddivisa in 4 parti. In alto a sinistra si trova l'anagrafica dei veicoli disponibili. E' possibile selezionare più di un veicolo per il carico. L'immagine del veicolo selezionato viene visualizzata nella parte superiore destra della schermata, completa delle sue dimensioni. L'anagrafica dei colli da caricare già presenti nel database si trova nella parte inferiore sinistra. In basso a destra è visualizzata la lista di carico che può essere anche importata dal software gestionale. I fogli in alto a sinistra consetono di accedere alle opzioni di gestione del peso, alla sezione relatica agli algoritmi ed alle regole di carico, alla sezione relativa alle informazioni accessorie della spedizione, ed alla sezione di definizione ed impostazione degli eventuali pallet misti da formare per il piano di carico.

Inserimento della lista di carico. La lista di carico può essere inserita dall'operatore semplicemente con un doppio click sul collo da caricare presente in anagrafica e con la digitazione di quantità (o in alternativa la contenenza), priorità, numero d’ordine e fermata. In alternativa, questi dati possono essere importati da un programma gestionale esterno interfacciato a Maxload Pro.


ImageOpzioni di carico. Le modalità di carico sono le più diverse, ed il foglio Opzioni consente di scegliere quelle più idonee di volta in volta. Ad esempio é possibile caricare colli pallettizzati o non pallettizzati. Maxload Pro dà all'utente la possibilità di utilizzare o meno i pallet misti, di utilizzare o meno i pallet standard creati per ciascun collo (anche detti Unità di Carico), ed anche quella di mantenere uniti i colli appartenenti allo stesso numero d'ordine (facendo riferimento al numero d'ordine indicato nella lista di carico). Maxload Pro consente anche di mantenere assieme colli uguali (questa opzione ha la precedenza sulla precedente e fa riferimento alle opzioni di carico per priorità o per fermata. Se si carica un veicolo che dovrà affrontare due fermate, Maxload Pro manterrà unite le unità di carico simili e gli ordini simili all'interno della stessa fermata. E' bene notare che l'inserimento di questi vincoli determina una riduzione della saturazione dei veicoli. Maxload Pro consente inoltre di mantenere libero un canale nella parte superiore del veicolo, per consentire il passaggio dell'aria nelle spedizioni di beni refrigerati o a temperatura controllata.


Image

Opzioni speciali. 

  • La massima incomplanarità consente a Maxload Pro di considerare come complanari superfici che non lo sono per la sovrapposizione di altri colli.

  • La massima compenetrazione delle priorità o fermate è un coefficiente che utilizza Maxload Pro per  la determinazione della fermata/priorità successiva, e consente di definirne la massima distanza di compenetrazione. Si determina così fino a che punto Maxload può anticipare o posticipare la sistemazione di un collo rispetto all’ordine definito.

  • Caricamento per priorità/fermata. Queste modalità di carico funzionano in modo differente. Il carico per priorità viene effettuato partendo dai colli a priorità 1 fino a quelli con priorità massima. Il carico per fermata invece avviene in ordine inverso: si carica per ultimo il carico della prima fermata e così via gli altri fino all'ultima fermata. Se non c'è abbastanza spazio per caricare tutti i colli appartenenti alla fermata, Maxload Pro utilizzerà un altro veicolo. Tuttavia se il primo veicolo non contiene completamente la prima fermata, Maxload Pro procederà comunque al frazionamento del carico. E’ anche possibile un carico per fermata con indicazione di priorità. Questa è la modalità suggerita dai clienti di Maxload, a discapito dell'efficienza delle spedizioni. A differenza di quanto accade per il carico per fermata in cui é impossibile dividere il carico di una stessa fermata su più veicoli, Maxload Pro consente il caricamento parziale di colli con uguale priorità. 


Metodi di carico. Maxload Pro consente il carico di una flotta di veicoli per la completa spedizione di una lista di carico, visualizzando per ogni veicolo almeno una soluzione per ogni algoritmo selezionato. Per ciascuno di questi viene calcolata la disposizione con o senza ottimizzazione sinistra destra. Ciascun algoritmo é stato limitato per garantire una risposta in un tempo ragionevolmente basso ed è quindi possibile che alcune soluzioni non vengano visualizzate. E’ possibile impostare l’algoritmo limitandone il tempo di calcolo ottenendo un risultato veloce ma non ottimale, oppure lasciano il tempo necessario per trovare una soluzione migliore in termini di saturazione volumetrica. Le modalità di carico sono le seguenti:

  • Carico da fronte a retro. Questa modalità di carico carica a partire dal fronte fiano a massima altezza, verso il retro del volume. Questa modalità é interessante per valutare l'occupazione di spazio di un piano di carico per un cliente e visualizzare la superficie a terra libera nel veicolo. Il carico da fronte a retro potrebbe anche utilizzare solo la metà dello spazio a terra disponibile, quindi consente il posizionamento del carico sugli assi anteriori del veicolo. L'efficienza di riempimento potrebbe essere uguale a quella di altri metodi di carico, e la differenza sta unicamente nella distribuzione degli spazi vuoti.
  • Carico uniformemente distribuito. Questa modalità consente di distribuire il carico in modo uniforme su tutto il piano per garantire una maggiore stabilità. Se la cubatura del carico é inferiore alla cubatura disponibile (ricordare che si é specificato il debordo, il rientro, l'altezza ed il peso), viene cercato spazio libero in alto. Questo riduce la  massima altezza dell'unità di carico e la limita per ottenere per una disposizione il più uniforme possibile nella superficie del pallet.
  • Carico dal basso all'alto. Questa modalità distribuisce il carico su tutta la base di appoggio del veicolo e bilancia il carico sugli assi. Questo algoritmo minimizza la parte a terra inutilizzata e stabilizza il carico abbassandone il baricentro.
  • Ottimizzazione sinistra/destra. Maxload Pro ricerca la migliore combinazione di ogni doppio posizionamento per massimizzare lo spazio lungo la larghezza del veicolo. Questo algoritmo potrebbe non fornire la soluzione ottima a causa delle dimensioni dei colli da caricare che possono dar luogo ad una combinazione che non si adatta bene alla larghezza del veicolo.


Regole di carico. Maxload Pro consente la definizione ed il salvataggio per utilizzo successivo di un numero infinito di insiemi di regole di carico. L’insieme di regole di carico da utilizzare per una analisi è selezionabile da un elenco a tendina. L’insieme delle regole di carico è un elenco compilabile dall’utente dei metodi e delle strategie necessarie per la particolare applicazione. Qui per brevità non vengono elencate tutte. Alcune regole ad esempio sono:

  • Minimizza spazio libero posteriore (compatta il carico in avanti)
  • Massimo debordo forche (adatta il carico alla massima lunghezza delle forche di carico)
  • Ottimizza in Altezza (consente di realizzare il T Load tipico del settore elettrodomestici)
  • Mantieni colli uguali sullo stesso pallet (ottimizza il tempo di picking dei pallet misti in un carico camion
  • Crea palle misti stabili (migliora la stabilità dei pallet misti caricati in un camion.
  • ecc…

ImagePallet misti. Maxload Pro consente anche l'ottimizzazione dei pallet misti. I colli vengono caricati sui pallet nel rispetto delle regole di orientamento ed i vincoli della matrice di impilamento. Il pallet misto viene realizzato con diversi algoritmi di ottimizzazione, e l'utente effettua la scelta finale. Il parametro di massima incomplanarità consente di prevedere materiali di riempimento per la composizione del pallet. Hanno elevata influenza sulle performances di carico i valori dei debordi di carico che devono essere impostati in modo corretto per ciascun collo. Ogni pallet misto può essere caraterizzato con i parametri della massima altezza compreso il pallet, debordo in lunghezza ed il larghezza. Maxload consente anche la modifica manuale dei pallet misti ottenuti automaticamente. Quanto ora esposto per i pallet misti è replicabile per le scatole o per le casse che sottostannno alle stesse regole di carico. Ciascun pallet o scatola mista caricata in una analisi diventa un elemento da caricare in un veicolo o container, ed è disponibile nel database del caricamento dei camion. Questo rende estremamente flessibile il carico a due stadi (collo>pallet misto>veicolo). In alternativa al carico in due stadi, Maxload consente anche il carico a due stati in un solo passaggio, generando pallet misti uniformi all'interno dello stesso veicolo. 
 

Modifica manuale delle soluzioni di carico. L'utente può intervenire sulle soluzioni generate da Maxload Pro in modo assai semplice, caricando a mano l'intero veicolo o pallet con la modalità classica 'drag and drop'. Questo consente agli operatori del reparto spedizione di avere estrema flessibilità di impiego del sistema e di verificare con Maxload Pro eventuali modifiche 'al volo' del piano di carico. Il sistema impedisce all'utente di effettuare caricamenti che violano vincoli geometrici, ma consente all'utente di violare i vincoli di orientamento, di peso sopportabile, e di matrice di impilamento, pur notificando tali violazioni nei reports. Stessa modalità di modifica è presente nella composizione dei pallet misti. E’ anche possibile la modifica manuale per avanzare o arretrare il baricentro del veicolo, che influisce sul carico per asse.
 
  Image

ImageImageI reports di Maxload Pro. I reports di Maxload Pro sono sia di tipo tabellare che di tipo grafico. Nei reports di tipo tabellare l’utente può dimensionare a piacere le larghezze dei campi. Sono disponibili reports per lista di carico, lista di carico con coordinate dei posizionamenti, lista di carico con le dimensioni dei colli, ecc… Maxload Pro consente all’utente di aggiungere note in caselle di testo che possono essere incollate ovunque nel report ed archiviate per utilizzo successivo. Ogni immagine grafica generata può essere ruotata nello spazio 3D per la visualizzazione di ogni prospettiva, in pianta e laterale. Ogni immagine può anche essere copiata ed incollata negli appunti o su di un report per un utilizzo successivo. Maxload Pro genera anche un utilissimo report di carico per stadi successivi, particolarmente utile per la descrizione della modalità di carico. Maxload Pro calcola il carico per asse e sul perno di traino, ai fini di rispondere alle normative sui trasporti ed include questo dato in alcuni reports. Ogni report grafico può contenere etichette, essere stampato in bianco/nero oppure a colori. L’utente può personalizzare i reports apponendo il logo aziendale sui reports.

Altre funzionalità:

  • Gestione degli utenti: Maxload Pro sia in versione stand alone che in versione di rete, consente la gestione degli utenti. Ogni utente che si collega all’applicazione può generare analisi e salvarle. Il sistema mantiene traccia dell'operato di ogni utente.
  • Salvataggio in libreria. Gli utenti possono salvare i carichi modificati anche manualmente in libreria. Nel caso di successivo riutilizzo di uno stesso carico, Maxload Pro mostrerà il carico salvato nell’elenco delle soluzioni possibili.
  • Importazione/Esportazione dati su Tops Pro. I due software della Tops Engineering possono scambiarsi i dati di anagrafica.
Caratteristiche tecniche:
Image
  • Supporto multilingua: Maxload Pro parla ben 13 lingue (italiano, inglese, spagnolo, finlandese, tedesco, francese, americano, messicano, portoghese, olandese, giapponese, cinese semplificato, cinese). Altre lingue possono essere aggiunte previa fornitura della traduzione da parte del cliente.
  • Requisiti hardware: gira su Windows Vista, Windows7, Windows8, Windows8.1 in ogni tipo di rete in modalità file server (indipendenza dal protocollo). Richiede un processore Pentium con almeno 32Mb di ram, e circa 40 di spazio libero su disco.
  • Caratteristiche del software: completamente a 32 bit, sviluppato in C++, con application framework Microsoft DirectX 5+. Il database di riferimento é Microsoft DCO 3.5, é compatibile anno 2000. Il database dati della versione standard è MS Access. E' disponibile anche la versione per MS SQL Server oppure Oracle per grandi installazioni.
  • Integrazione con altri software: è possibile esportare ed importarei dati contenuti nell’archivio nel formato XML. Usa inoltre il formato ASCII delimitato da virgola generato da fogli di calcolo, database ed altri programmi come Excel, Access, Paradox, su piattaforma Windows, SAP, AS400, unix. Poiché il database di riferimento è Microsoft Access, è possibile integrare il software con qualsiasi altro applicativo. Sono previste funzionalità di pulizia del database.
  • Installazione: completamente automatica ad eccezione della selezione di lingua ed unità di misura.
  • Assistenza: facoltativa, rinnovabile di anno in anno con diritto a ricevere gratuitamente gli aggiornamenti del software.

  Guarda la presentazione animata di Maxload Pro