Prolog S.r.l. - Software, Ricerca e Progetti

Logo AutoMod

 

 

 

 

Il software di simulazione AutoMod® soddisfa le necessità degli utenti occasionali, dei principianti, e degli utenti più esperti. Con AutoMod® é possibile simulare accuratamente impianti industriali di qualsiasi livello di complessità e dettaglio, con operazioni sia manuali che automatiche. AutoMod consente di aumentare l'efficacia e l'efficienza dei progetti di impianti e sistemi complessi grazie alle sue caratteristiche:

  • Animazione grafica in 'realtà virtuale' 3-D
  • Possibilità di effettuare Emulazione (virtual commissioning)
  • Modellazione interattiva
  • Interfaccia verso database (SQL, MS Access, ecc...) e fogli di calcolo (Excel)
  • Sistemi di movimentazione predefiniti
  • Linguaggio procedurale english-like ad alto livello

GRAFICA TRIDIMENSIONALE

AutoMod® genera animazioni in realtà virtuale che rendono i modelli di simulazione semplici da spiegare, cosa di inestimabile valore per la presentazione di soluzioni, idee e alternative. La comunicazione tra direzione, produzione e progettazione migliora notevolmente grazie all'osservazione di un modello 3D che può essere fatta da qualsiasi punto dello spazio ed in qualsiasi scala, mentre il modello è in funzione. I modelli di AutoMod sono in ambiente CAD-3D e questo facilita l'importazione e l'esportazione del layout fisico dei sistemi di produzione e di movimentazione. AutoMod è dotato di una potente interfaccia grafica, che rende accuratamente la distanza, la dimensione, e lo spazio in 3-D.

STATISTICHE AFFIDABILI E ACCURATE

AutoMod genera automaticamente i reports e le statistiche sul funzionamento e sulle prestazioni del modello. Questi dati danno informazioni su tutti gli aspetti del sistema, come il fattore di utilizzo delle macchine, i livelli di giacenza ed il tempo totale di attraversamento degli impianti. I reports statistici possono essere esaminati attraverso tabelle o grafici. Le tabelle ed i grafici migliorano la comprensione del sistema e aiutano nella comunicazione. Statistiche

I SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE SEMPLIFICANO LA MODELLAZIONE

La maggior parte dei costruttori di sistemi di movimentazione in tutto il mondo oggi usa AutoMod per dimostrare la corretta progettazione dei loro sistemi. I sistemi di movimentazione sono semplici da modellare grazie alle potenti funzionalità di AutoMod. I principali sistemi di movimentazione in tutto il mondo, sono stati modellati utilizzando AutoMod (nei settori aeroportuali, automotive, elettrodomestici, postali ecc...)

AutoMod fornisce all'utente dei modelli predefiniti dei sistemi di movimentazione, sviluppati basandosi sull'esperienza nella automazione industriale. I sistemi di movimentazione di AutoMod uniscono la potenza di un CAD con la semplicità di un'interfaccia utente grafica. E' possibile disegnare i conveyors e definirne le caratteristiche: velocità, accelerazione e decelerazione, tipo di accumulo, stopping e moving space, passo, fotocellule, motori, ecc. AutoMod® connette automaticamente tra loro le sezioni di conveyors o i percorsi dei veicoli, snellendo così la modellazione. AutoMod® riproduce automaticamente molti dei dettagli dei sistemi di movimentazione, aumentando l'accuratezza e la velocità di sviluppo dei modelli.La maggior parte della logica di questi sistemi viene generata automaticamente. I sistemi di movimentazione di AutoMod sono:

 

Conveyors. Consente di modellare con estrema accuratezza sistemi di trasportatori di ogni tipo: nastro, rulli, catena, passo fisso, bilancelle, tapparella, ecc... alimentati direttamente o tramite inverter. Il disegno della rete dei trasportatori nello spazio CAD3D è semplicissimo grazie al template di sviluppo.Ciascuna sezione può essere personalizzata. E' possibile modellare le fotocellule per intercettare il passaggio di oggetti sul trasportatore. La grafica dei trasportatori è personalizzabile a piacere.

 

 

Path Movers. Consente di modellare con estrema accuratezza tutti i sistemi di movimentazione basati su veicoli. La modellazione di un siffatto sistema avviene disegnando i percorsi nello spazio CAD3D (consentiti anche i tratti bidirezionali), e la modalità di percorrenza (diritto, rovescio, granchio) e posizionando i punti di controllo (Control Points) che contrassegnano le aree di prelievo, deposito, controllo dei veicoli. I veicoli possono essere importati da una libreria o generati partendo da zero. I parametri cinematici dei veicoli sono: velocità, accelerazione e decelerazione (avanti ed indietro), tempo e regole di prelievo/deposito, regole di controllo, regole di parcheggio, capacità dei veicoli, ecc... AutoMod consente l'impostazione delle regole di controllo del traffico e di gestione delle interferenze tra veicoli, e fornisce automaticamente i reports statistici sul funzionamento del sistema. Il livello di dettaglio grafico, cinematico e controllistico è praticamente scelto dall'utente.

 

Power&Free. Il modulo Power & Free consente la modellazione di trasporti a catena, con sezioni dotate di fixed interval, o ad accumulo. La differenza principale tra il modulo power & free ed il sistema conveyors è che in un sistema power & free, i supporti (bilencelle, vassoi, ecc...) si muovono nel sistema definito, e prelevano i loads, mentre in un sistema conveyors sono i loads a muoversi direttamente sul conveyor. In generale un sistema Power & Free consiste in un percorso (catena, trasporto a terra) con supporti (bilancelle, vassoi, ecc...) ad intervalli prestabiliti. I supporti sono "ganci" rigidamente connessi al trasporto. Il sistema di trasporto può trovarsi in aria (trasporto aereo) oppure a terra (trasporto a vassoi). I supporti in ogni sezione hanno la stessa velocità, che è la velocità della sezione. La spaziatura tra ciascun supporto della sezione è definita dalle dimensioni del fixed interval per quella sezione.

Kinematics (Cinematismi di qualsiasi genere). Il modulo Kinematics simula accuratamente robot ed altri dispositivi contenenti parti mobili (giunti di rotazione o traslazione) che possono essere integrate in un modello di AutoMod. Con il modulo Kinematics, è anche possibile modellare elevatori, robot, estrattori o caricatori di caroselli, o qualsiasi altro dispositivo automatico.

 

 

 

AS/RS (Trasloelevatori). Questo modulo consente di definire accuratamente un magazzino automatico con trasloelevatori composto da scaffalature, baie di prelievo e deposito, zone (in funzione della rotazione dei materiali), trasloelevatori. Il sistema di scaffalatura (Rack) viene descritto in modo molto semplice attraverso l'inserimento in una tabella di tutti i parametri di AS/RSconfigurazione del magazzino (numero di corridoi, numero di posti pallet, numero di scaffali, dimensioni del posto pallet, ecc...) I trasloelevatori vengono descritti attraverso le loro caratteristiche grafiche (form e ed accessori) e cinematiche. Per entrambi gli assi (orizzontale e verticale) possono essere definiti: Velocità, accelerazione, velocità di avvicinamento, distanza alla quale va impostata la velocità di avvicinamento, tempo di posizionamento fine, ecc... AS/RS consente anche la definizione estremamente dettagliata delle regole di gestione dei trasloelevatori. AS/RS rende più veloce ed accurata la modellazione di magazzini automatici con trasloelevatore. AS/RS é utile anche per la creazione di sistemi di stoccaggio o buffers verticali con organo di presa a 2 o 3 gradi di libertà.

 

Bridge Crane (Carri ponte, portali). Il modulo consente la modellazione di qualsiasi dispositivo con due gradi di libertà nel piano orizzontale, con cimematiche separate. A seguito della definizione della griglia orizzontale che delimita la raggiungibilità del l carro ponte o dei carri ponte della campata, è necessario inserire i parametri cinematici di ciascun carro ponte presente nel sistema. E' possibile la definizione delle più dettagliate logiche di controllo dei carri ponte, sia inerenti la loro raggiungibilità, sia relativamente alle regole di anti collisione tra i carri ponte.

 

Tanks & Pipes (Cisterne e condotte, fluidi). Il modulo Tanks & Pipes consente di definire all'interno di un modello creato con AutoMod sistemi di movimentazione di fluidi o 'continui'. Una o più Tanks possono essere utilizzare per lo stoccaggio o per la miscelazione di diversi componenti. Ogni Tank può essere dotata di sensori di contenenza, direttamente collegati con delle procedure operative di gestione delle condotte, definibili dall'utente. Questi sensori possono rilevare il livello di materiale Tanks and Pipes, il superamento di una soglia di troppo pieno in salita, o quello di una soglia di livello minimo in discesa. Il modulo consente anche la definizione e la gestione di condotte (Pipes) per consentire la movimentazione dei materiali tra i Tanks. Il materiale trasferito attraverso le condotte può essere visualizzato graficamente. Ogni materiale può essere caratterizzato da un proprio colore. Il sistema gestisce tutti i report su livelli e portate.

FLESSIBILITA' MASSIMA

AutoMod è assai flessibile e quindi adatto alla simulazione di ogni dettaglio, automazioni di ogni genere, processi continui, sistemi di distribuzione, flussi documentali, celle di lavoro, layout completi. AutoMod è flessibile grazie a:

  • Interfaccia a tabelle per modellare facilmente i sistemi di produzione
  • Linguaggio 'English-like' facile ed accurato per ogni applicazione
  • Semplicità di definizione del movimento di persone, automobili, treni, ecc...

 MODULI AGGIUNTIVI DI AUTOMOD

E' disponibile una gamma di moduli aggiuntivi per AutoMod che consentono di effettuare complesse analisi statistiche, di migliorare la grafica per le presentazioni e di creare filmati, complessi cinematismi (cinematica e velocità) di attrezzature come robot, utensili per macchinari, linee a trasferimento e macchinari speciali. E' inoltre disponibile una versione Runtime di AutoMod®.

Autoview. Presentazioni in Film (realtà virtuale). AutoView crea velocemente animazioni fluide e professionali partendo dai modelli sviluppati con AutoMod. Usare AutoView è come girare un film: si crea uno script che contiene la 'regia' del filmato, dove la telecamera effettua zoom, e si muove all'interno del modello, può passare da una vista ad un'altra in modo graduale, e può essere anche fissata su di un oggetto del modello in movimento (ad es. un carrello o un pallet). Autoview genera automaticamente filmati AVI o MPG. Questa funzionalità consente di visualizzare in modo fluido anche i modelli più complessi rendendo efficaci le presentazioni, che vengono create in modo semplice e veloce, quindi a basso costo. Image

 

AutoStat. Analisi ed Ottimizzazione. Il modulo AutoStat semplifica la generazione dei reports e consente la progettazione di campagne di sperimentazione. AutoStat, grazie alla semplice interfaccia utente, consente la validazione dei risultati del modello, e genera tabelle per confronti o per importazioni in fogli di calcolo, fornendo inoltre statistiche descrittive e gestendo anche la replicazione delle sperimentazioni su più PC. AutoStat indaga sui tempi di warm-up, confronta gli intervalli di confidenza, ed esprime le relazioni tra risultati e sistemi, attraverso il 'Design of Experiments'. La funzione 'Ottimizzazione' è molto utile per trovare la soluzione migliore tra una moltitudine di combinazioni possibili dei parametri. L'ottimizzatore di Autostat oggi utilizza un efficiente algoritmo genetico per la ricerca delle migliori soluzioni Warmup

 

Emulazione. Module Communication Module. Modello-Sistema di Controllo o Modello-Modello. AutoMod® utilizza normalmente ActiveX per gli interfacciamenti. Il modulo M.C.M. aggiunge ulteriori funzionalità: trasferimento informazioni modelli-sistemi di controllo, modello-modello, e modello-altri software. La comunicazione modello - sistema di controllo consente la validazione di quest'ultimo prima dell'installazione. L'utilizzo del modello in luogo del sistema reale, è in questi casi assai più conveniente. MCM consente di modellare separatamente più parti di uno stesso sistema e successivamente connetterle durante la sperimentazione, la gestione di informazioni in più modelli o in un modello unico che funge da controllore, nonché di utilizzare hardware multiprocessore o diversi PC connessi con protocollo TCP/IP. Il MCM semplifica la comunicazione tra i modelli ed altri software, come fogli di calcolo o programmi in Visual Basic.

AutoMod Runtime. Con una licenza AutoMod Runtime, è possibile effettuare analisi "what if" su modelli sviluppati con una licenza ordinaria. E' possibile cambiare i parametri, ed eseguire i modelli visualizzando i risultati di ogni sperimentazione. La licenza Runtime può essere abbinata ad una licenza di AutoStat, consentendo una profonda capacità di analisi statistica.